Balestrate: Porto, ancora fumata nera

0
331

BALESTRATE. Ennesimo buco nell’acqua per il porto di Balestrate. Ieri era stato programmato ancora un altro incontro tra il sindaco Totò Milazzo e l’assessore al Territorio Maria Rita Sgarlata. Ma ancora una volta è saltato tutto: l’assessore ha contattato il primo cittadino sostenendo di avere avuto improvvisi e urgenti impegni istituzionali. Intanto il porto, costato 30 milioni di euro e oramai completato dal 2009, rimane ancora chiuso ai diportisti. “Non c’è dubbio che la situazione sta diventando sempre più inaccettabile” sono le uniche parole di amarezza del primo cittadino. L’incontro con la Sgarlata sarebbe dovuto servire anche per consegnare la petizione portata avanti dal Comune per chiedere l’apertura dell’area corredata da ben 2 mila firme. Pare che la situazione non sarà certamente sbrogliata a strettissimo giro di posta: una decina di giorni fa è stato chiesto dall’assessorato regionale un parere all’Avvocatura dello Stato per dipanare solo l’ultimo degli intoppi emersi che hanno impedito l’apertura del porto. La convenzione per la gestione dell’area, assegnata nel 2008 con bando ad evidenza pubblica alla marina di Balestrate srl, resta congelata a causa di un cambio degli assetti societari interni alla stessa aggiudicataria. All’interno della Marina srl, nel tempo, sono maturati nuovi assetti e soprattutto furibondi scontri tra soci, sfociati oggi dalla decisione della minoranza costituita da Villa Igiea e Motomar, che insieme detengono meno del 20 per cento del pacchetto, di vendere la loro proprietà. Secondo il sindaco dietro questa ennesima manovra “ostruzionistica” si celerebbe una ben precisa regia che mira a non far aprire il porto balestratese. Pare che il dirigente preposto del Dipartimento Ambiente, che deve autorizzare la sottoscrizione della convenzione, non avrebbe alcuna intenzione di apporre la sua firma. Su questo si sta consumando, secondo voci di corridoio, un forte scontro persino con l’assessore Sgarlata, che dal suo canto vorrebbe arrivasse il via libera. Incombe, come se non bastasse, la scure anche dell’Unione Europea che ha già fatto sapere che entro il 31 dicembre di quest’anno la Regione è chiamata a relazionare sull’utilizzo dei 30 milioni di euro concessi per la realizzazione del porto. Se la struttura dovesse restare chiusa Palazzo d’Orleans dovrebbe restituire la somma.

 

from loose waves to spiral ringlets
woolrich arctic parka Vintage Fashion Icon Grace Kelly

List of Asian American Designers
woolrich arctic parkaMichael Kors Holdings Limited Management Discusses Q4 2013 Results