Arresti nel palermitano

    0
    378

    I Carabinieri della Stazione di Altofonte, poco dopo l’alba, hanno tratto in arresto Giuseppe Schifaudo, disoccupato, per furto aggravato in abitazione.

    I militari hanno notato un’autovettura Hyundai Atos allontanarsi a forte velocità da una villa isolata tra le campagne.

    Il veicolo, dopo un breve inseguimento, è stato fermato e all’interno i Carabinieri hanno rinvenuto merce varia, di cui non dava alcuna spiegazione sulla provenienza, a quel punto palesemente illecita. Gli investigatori, infatti, hanno contattato il proprietario della suddetta abitazione che giunto sul posto notava che i locali erano stati messi a soqquadro e vari oggetti mancanti, tra i quali dipinti, ceramiche, impianti audio e bottiglie di vino .

    L’arrestato portato in caserma per le formalità di rito e’ stato tradotto in Tribunale per essere sottoposto al rito direttissimo.

    I Carabinieri di Altofonte hanno dato inizio ad altri accertamenti per risalire ad eventuali complici e non e’ escluso che lo stesso si sia reso responsabile di altri furti nel territorio monrealese.

     

    E i Carabinieri della Stazione di Capaci hanno tratto in arresto, per vendita illegale di CD e DVD contraffatti, Stefano Labbruzzo e Vittorio Casisa provenienti da Bagheria, responsabili del reato di violazione del diritto d’autore.

    Il controllo è scattato a seguito di numerose segnalazioni da parte di negozianti del paese, stanchi di ricevere le visite di questi venditori ambulanti.

    Subito sono partiti i servizi, prima in uniforme ed poi in abiti simulati, per evitare le fughe degli ambulanti.

    Ieri l’epilogo.

    I due soggetti sono stati infatti sorpresi dal personale operante, intenti a vendere, porta a porta, circa 200 copie di cd musicali e dvd illecitamente riprodotte.

    Il materiale è stato tutto sottoposto a sequestro e gli arrestati, dopo aver trascorso la notte in regime di arresti domiciliari, sono stati giudicati per direttissima dinnanzi al Tribunale di Palermo.