Aria ‘puzzosa’ a Partinico, arriva un campionatore. Convenzione fra Comune e ARPA

0
117

A Partinico se ne parla da trent’anni. Aria dall’odore poco gradevole e spesso anche irrespirabile. Nel corso del tempo sono stati innumerevoli i contenziosi fra comune d distilleria Bertolino e le battaglie portate avanti da alcune associazioni ambientaliste. Sono anche arrivate sentenze di risarcimento danni che hanno condannato l’azienda e rifondere l’ente locale. Quella puzza, però, a Partinico permane.

Per questo la giunta Rao, con delibera del 22 febbraio scorso, ha approvato uno schema di convenzione con Arpa Sicilia per un progetto di ricerca scientifica in materia di monitoraggio delle emissioni odorigene nel comune di Partinico. L’iniziativa rientra nell’ambito della direttiva del Parlamento europeo del 25 novembre 2015, relativa alla limitazione delle emissioni nell’atmosfera di taluni inquinanti originati da impianti di combustione medi, nonché per il riordino del quadro normativo degli stabilimenti che producono emissioni nell’atmosfera.

La delibera non fa nomi ma l’ovvio riferimento è alla distilleria Bertolino. Per questo la giunta municipale partinicese ha dato incarico all’ARPA, l’agenzia che funge da supporto alla Regione per monitorare lo stato di salute dell’ambiente e dell’aria. Partinico si doterà quindi dell’applicativo “NOSE” che ha dato operativamente avvio alla realizzazione del progetto di una rete automatica e semiautomatica per campionare e caratterizzare gli odori. Un campionatore automatico è stato installato nei pressi della sede dell’Ufficio Tecnico Comunale, in Viale della Regione, e servirà a monitorare i ‘soliti’ cattivi odori.  La convenzione fra Comune e ARPA serve proprio a gestire questo sito che ospita il campionatore per le molestie olfattive.