Alcamo, ripristinare il verde in viale Italia: proposta di Abc

0
553

 

abc viale italiaDonare alla città la completa alberatura di viale Italia. È quello che propone il movimento Alcamo Bene Comune, provvedendo – con il fondo costituito tramite la decurtazione del 30 per cento delle indennità dei tre consiglieri del gruppo consiliare – sia all’espianto del residuo di palma rimasto all’interno delle aiuole che all’impianto di nuovi esemplari. “Tutti ricordiamo quanto splendida fosse quella strada alberata, poi mortificata, più che dal punteruolo rosso, dall’incuria dell’amministrazione Bonventre”, scrive il Movimento in una nota. Il terribile coleottero originario dell’Asia meridionale ha letteralmente divorato le piante dell’intera regione, causando la morte o il danneggiamento irreparabile di migliaia di esemplari anche secolari. Si è stimato che, da quando la Sicilia ne è stata colpita, siano state sacrificate e abbattute almeno 30 mila palme. Anche Alcamo non è sfuggita all’opera di distruzione dell’insetto che piano piano ha attaccato quello che era un vero e proprio patrimonio cittadino: circa 370 le palme appartenenti a questa specie disseminate nel territorio e di cui rimane ben poco. Il Comune ha cercato, attraverso il trattamento chimico, di correre ai ripari, ma l’azione del punteruolo è stata inesorabile. Anche perché gli interventi, parecchio dispendiosi, avrebbero dovuto essere ripetuti nel tempo e in maniera costante. Senza contare che la battaglia, per essere veramente efficace, avrebbe dovuto coinvolgere non solo Alcamo, ma anche i territori circostanti. Per questo il Comune, ad un certo punto, si è arreso e non è rimasto altro che provvedere al taglio degli esemplari ormai morti che, tra l’altro, mettevano a repentaglio anche l’incolumità pubblica perché i tronchi, ormai svuotati al loro interno, correvano il serio rischio di crollo. L’azione del punteruolo rosso ha, infine, cambiato definitivamente il volto di parecchie strade cittadine e il viale Italia in particolare, che contava un’ottantina di palme. Ora arriva l’iniziativa di Abc che, così come fece per i due vespasiani fatti collocare in piazza della Repubblica e piazza Pittore Renda, intende acquistare dei Cocus, palmizi che, secondo gli esperti, sarebbero resistenti all’attacco del punteruolo e adatti all’ambiente cittadino. La richiesta rivolta al commissario straordinario Giovanni Arnone è di fissare un incontro al riguardo e ricevere la collaborazione da parte delle strutture comunali per la messa a disposizione degli scarrabili per lo smaltimento dei rifiuti e di una pala gommata per la raccolta con i relativi addetti.