ALCAMO: riparte il servizio pedibus

0
385

Nell’ambito delle Politiche di promozione di interventi integrati di mobilità sostenibile, continua l’attività dell’Ufficio del Mobility Manager d’area del Comune di Alcamo per la programmazione e l’istituzione del Servizio Pedibus. Il “Pedibus” è un servizio gratuito di accompagnamento “A PIEDI” dei bambini nei loro percorsi da casa a scuola e viceversa; è una realtà diffusa in molte città d’Italia ed è un modo sano, sicuro, divertente ed ecologico per andare a scuola e tornare a casa. Il Servizio prevede un “convoglio” di bambini (alunni delle Scuole elementari che si muovono in gruppo) accompagnati almeno da due adulti (un “autista” davanti e un “controllore” che chiude la fila).

Dopo l’efficace e apprezzata sperimentazione dello scorso anno, che ha visto la partecipazione attiva di numerosi alunni e genitori, quest’anno il “Pedibus” sarà realizzato in tre Plessi scolastici della nostra città:

– Plesso Europa (I. C. N. Navarra)

– Plesso Gentile (I. C. S. Bagolino)

– Plesso Don Bosco (Don Bosco)

Grazie alla collaborazione della Polizia Municipale, dei referenti Scolastici e delle Associazioni di volontariato, il servizio partirà al Plesso Europa LUNEDÌ 27 OTTOBRE e sarà svolto regolarmente fino alla conclusione dell’anno scolastico. Afferma il Mobility Manager d’area, Francesco Amodeo: “dalle indagini effettuate attraverso questionari sulle abitudini di spostamento casa-scuola risulta che, nonostante l’80% cento delle famiglie abiti a meno di un quarto d’ora a piedi dagli istituti scolastici, solo pochissimi scelgono di percorrere il tragitto a piedi”. E di seguito l’assessore alla Pubblica Istruzione della Giunta Bonventre, Selene Grimaudo, “il “Servizio Pedibus” vuole contribuire a incrementare negli alunni e nelle famiglie la cultura della mobilità sostenibile, riappropriandosi del piacere di camminare, fare del sano movimento, conoscere il proprio quartiere e le regole della strada in tutta sicurezza. Ma anche un modo per ridurre le emissioni inquinanti, soprattutto nei pressi delle Scuole dove, negli orari di ingresso e uscita, si registrano alti livelli di inquinamento dovuti al traffico caotico.”