Alcamo – Quel fantastico presepe in via Montesanto

 

Oltre settanta pezzi, che rappresentano tutti i personaggi del Natale, racchiusi  su una base di tre metri per quattro. Personaggi che si muovono con un perfetto sincronismo grazie al contemporaneo funzionamento di ben 70 motorini tratti dai timer delle lavatrici. Una vera e opera d’arte realizzata con un lavoro durato quasi un anno da Antonio Federico, poliziotto assieme alla moglie Silvana Trovato. Si tratta della seconda edizione del presepe animato, che per l’attuale edizione presenta tanti altri elementi di novità. La saracinesca del garage della via Montesanto 48 di Alcamo si è alzata il giorno dell’Immacolata. Il presepe resterà aperto ai visitatori sino alla fine di gennaio. Per le visite telefonare per gli appuntamenti al 340-268566. Ma un primo miracolo il presepe lo sta facendo. Ai visitatori, che fino ad oggi, hanno superato le 2 mila unità, non viene chiesto nulla.  Chi lo desidera può donare generi alimentari. Fino ad oggi ne sono stati raccolti oltre una tonnellata. Antonio Federico porta i generi alimentari alle parrocchie che ne curano la distribuzione conoscendo meglio degli altri le persone bisognose. Generi alimentari sono stati consegnati fino ad oggi alle parrocchie di San Francesco d’Assisi, San Paolo e Bartolomeo e all’Ipab “San Pietro” della via Barone di San Giuseppe.  Oltre alla curiosità e all’ammirazione per questo originale presepe le cui figure mediamente sono alte 10-15 centimetri, è scattata una vera e propria gara disinteressata di solidarietà. E sono soprattutto le scolaresche che figurano ai primi posti delle donazioni. Ben due pullman di studenti sono arrivati  da Cefalù, mentre a turno tutte le scolaresche di Alcamo e visitatori e studenti da tutta la Sicilia occidentale, si recano, in una sorta di pellegrinaggio, a visitare il presepe.