Alcamo. Istituto “Navarra” Progetto Erasmus per la fratellanza dei popoli

0
146

Con il concerto dell’ Ensemble strumentale, in programma mercoledì alle 19 al teatro Cielo si aprono le manifestazioni che concludono, dopo due anni, il progetto Erasmus che l’istituto Nino Navarra di Alcamo ha portato avanti con una scuola polacca e una romena. Domani arriveranno 12 studenti romeni e 13 polacchi con gli insegnanti. Una trentina di persone in tutto. Giovedì alle 18 rappresentazione di tutti gli studenti alla Cittadella dei giovani. Lo show finale dei tre gruppi recitato in inglese. Il progetto Erasmus ha messo in evidenza la volontà dei ragazzi di fare parte di un’Europa unita contro sovranismi e populismi, che oggi aleggiano moltissimo in Italia. I giovani dicono no a questa idea della politica. Il progetto Erasmus è nato dal desiderio di creare dei ponti di collegamento, anche virtuali, tra culture differenti e dalla consapevolezza che i giovani sono l’elemento portante della costruzione di un futuro di convivenza pacifica, alimentato dal dialogo tra le nazioni. L’idea è quella di coltivare un ideale di cittadinanza europea condivisa da tutti all’insegna dell’amicizia, della solidarietà, dell’accoglienza e della integrazione aiutando chi soffre. Gli studenti alcamesi, una ventina, durante i due anni accompagnati dagli insegnanti sono stati a Braila in Romania e a Lodz in Polonia. Questi ultimi insegnanti e alunni sono stati ad Alcamo nell’ottobre dello scorso anno. Al progetto hanno partecipato con entusiasmo le famiglie che hanno intrecciato un dialogo attivo tra le culture, imparando a riconoscere e rispettare i diritti degli altri popoli. Dai giovani una lezione verso i predicatori e fomentatori di odio che alimentano, per fini elettorali, divisioni e razzismi. Impegnati in prima linea nel progetto alla Navarra: gli insegnanti Maria Amari, Alessandro Manuguerra, Miriam Messana, Giuseppina Filingeri assieme ad altri docenti e personale Ata.