Alcamo, indagine per falso e frode processuale: Bonventre ritira opposizione all’archiviazione

0
514

L’ex sindaco di Alcamo Sebastiano Bonventre ha ritirato l’opposizione presentata avverso la richiesta di archiviazione del procedimento penale che vedeva indagati l’avv. Niclo Solina ed altri 17, fra rappresentanti di lista e presidenti dei seggi elettorali, per i reati di falso ideologico e frode processuale.

I fatti hanno origine nel ricorso presentato al T.A.R. dall’allora candidato Solina, perdente al ballottaggio, per l’annullamento della proclamazione dell’eletto sindaco Bonventre.

In quella circostanza Solina aveva allegato una serie dichiarazioni rese dai rappresentanti di lista, circa l’assegnazione di voti nulli, dichiarazioni ritenute false dalla difesa di Bonventre.

Il PM aveva in seguito richiesto l’archiviazione del procedimento contro Solina e gli altri 17 – la cui udienza innanzi al G.I.P Brignone è fissata per il 24 giugno prossimo – contro cui aveva, appunto, presentato opposizione la difesa dell’ex sindaco; opposizione adesso ritirata e che apre la strada alla definitiva archiviazione.

“Il gesto del dr. Bonventre – si legge in una nota diramata dall’avv. Baldassare Lauria – vuole essere segnale di distensione del clima politico che ha infiammato la vita amministrativa della città”.