Alcamo-Festa dei Morti, pellegrinaggi ai cimiteri per ricordare i defunti

0
546

Grandi pulizie. Sistemazione del verde e aiuole per la “Festa dei Morti” una ricorrenza molto sentita ad Alcamo così come in tutta la Sicilia. Una ricorrenza molto sentita, risalente al X secolo, viene celebrata il 2 novembre per commemorare i defunti. Si narra che anticamente nella notte tra l’1 ed il 2 novembre i defunti visitassero i cari ancora in vita portando ai bambini dei doni. Oggi questi doni vengono acquistati dai genitori e dai parenti nelle tradizionali “fiere”, che si svolgono in molte parti della Sicilia. Ma i regali ormai si fanno tutto l’anno. Oltre a giocattoli un altro aspetto è la frutta di martorana ei Pupi ri zuccaru statuette di zucchero dipinte, ritraenti figure tradizionali come i Paladini. In alcune parti della sicilia viene preparata la muffoletta, pagnottella calda appena sfornata “cunzata“, condita  con olio nuovo, sale, pepe e origano, filetti di acciuga sott’olio e qualche fettina di formaggio primosale. La giornata prosegue con la visita al cimitero dove riposano i defunti. In questi giorni e precisamente il 31 ottobre, vigilia della festa di Tutti i Santi, si celebra la festa di Halloween. Festa popolare di tipo pagano, importata dall’America, in cui sin dal tardo pomeriggio e fino a notte fonda i ragazzini organizzano party, balli e gare, indossano maschere macabre e mostruose e vanno in giro con cestini chiedendo dolcetti ai vicini di casa che usano lasciare cibo e doni fuori, sulle porte, o cestini ricchi di prelibatezze collocate, non fuori, ma all’interno delle abitazioni. Una festa che per molti giovani rappresenta l’ennesima occasione per bere cascate di alcolici. Già sono entrati in vigore i provvedimenti per raggiungere i cimiteri alcamesi con una serie di divieti e limitazioni del traffico e con l’istituzione di sensi unici di marcia. La Festa dei Morti si caratterizza anche per l’acquisto di fiori, da 2,50 a mazzo in su e dei lumini che vengono accesi sulle tombe, mentre messe vengono celebrate in chiese cimiteriali il due novembre.