Alcamo Estate 2016, gli appuntamenti di oggi e domani

0
497

 

 Nel cartellone degli eventi di Alcamo Estate 2016, questo pomeriggio alle ore 18.30, il seminario, presso l’auditorium del Collegio dei Gesuiti, dal titolo “Le Fornaci Romane” di c.da Foggia. Subito dopo il saluto del sindaco di Alcamo, Domenico Surdi e dell’assessore alla Cultura Lorella Di Giovanni, interverranno Rossella Giglio, funzionario della Soprintendenza ai Beni Culturali – sezione beni archeologici – e l’archeologa Antonina Stellino, presidente dell’associazione Archeoclub d’Italia Calatub ONLUS. Scoperte nel febbraio del 2000, anche se come chiarisce lo storico alcamese, Carlo Cataldo sei anni prima il prof. Tusa ne aveva già dato comunicazione alla Soprintendenza, le Fornaci Romane sono state oggetto di tre campagne di ricerca da ottobre 2003 a settembre 2005, a cura del professore di Storia romana e di Topografia antica all’Università di Bologna Dario Giorgetti, che ha operato assieme agli allievi della facoltà di Ravenna e del corso di Archeologia navale di Trapani. Successivamente, per circa un decennio, l’area è stata abbandonata e adibita abusivamente a scarico di sfabbricidi. Dal 2012, l’associazione Archeoclub d’Italia Calatub ONLUS, di concerto con le istituzioni del territorio, si è adoperata per la sensibilizzazione e la conoscenza dell’area caduta nell’oblio. Attualmente, a seguito dell’accordo stipulato tra il Comune di Alcamo e l’associazione Archeoclub d’Italia Calatub ONLUS in raccordo con la Soprintendenza dei Beni Culturali, il sito è oggetto di manutenzione e pulitura a cura dei volontari dell’associazione per la salvaguardia e la valorizzazione nonché per una futura fruizione al pubblico.

Domani pomeriggio, alle ore 17.00, l’associazione FareAmbiente organizza, a partire dalle ore 17.00, con appuntamento al lido Greg di Calatubo, una passeggiata fra le dune di Alcamo Marina e Balestrate per divulgare le informazioni scientifico-naturalistiche riguardanti il sistema eco-ambientale che le caratterizza, i metodi utilizzati per la loro salvaguardia e le tecniche di protezione adottate. Successivamente, intorno alle ore 18,30, nei pressi del rifugio della Forestale, il pubblico si fermerà per un confronto sui temi oggetto del pomeriggio educativo ed una degustazione di prodotti tipici locali.