Alcamo Disabili in auto, 1.317 le autorizzazioni

L’autorizzazione è posta ben visibile sul cruscotto delle auto di varie cilindrate. Ad Alcamo sono ben 1.317 le autorizzazioni concesse dall’Ufficio traffico a persone con disabilità. Non c’è proporzione tra le autorizzazioni e i parcheggi con le strisce gialle dove possono lasciare le auto. Molto ma molto meno chiaramente di mille 317. Il dato fa emergere che ad Alcamo purtroppo ci sono molte persone con disabilità e pertanto vanno agevolate nei loro spostamenti con le auto. La prassi per avere il tagliando, da esibire per lasciare le auto nei posti riservati e per potere circolare, è semplice. Sufficienti le visite mediche all’Asp e poi consegnare le certificazioni al Comune che non può esimersi dal rilascio. Giusto venire incontro alle esigenze di chi ha una disabilità e quindi abbatter le barriere architettoniche. Realizzare scivoli lungo i marciapiedi. Creare tutti i presupposti per consentire un comodo accesso negli uffici pubblici e non solo. La civiltà di una nazione si misura anche con i servizi che un Comune riesce a garantire ai propri cittadini. I più sfortunati e quindi svantaggiati vanno messi nelle condizioni di potere muoversi con la massima libertà. Ma ad Alcamo è sicuro che, su tutte le auto con il tagliando che informa che alla guida o sulla vettura, ci siano a bordo o alla guida disabili ? Sarebbe più che mai opportuno che le forze dell’ordine predisponessero servizi di controllo per evitare eventuali abusi. Per evitare di fruire gratis per quasi tutto il giorno del parcheggio con strisce gialle. La polizia municipale è l’organo più adatto per questi servizi e nel caso in cui scoprano violazioni revocare immediatamente l’autorizzazione. I controlli si impongono poiché sono tanti gli alcamesi che spesso si chiedono, senza potere avere riposta, se quell’autorizzazione può sfociare in abuso quando  il disabile probabilmente non è a bordo dell’auto perchè utilizzata da qualche familiare, che in questo modo trova con facilità un posto dove lasciare la vettura. Sì a tutte le agevolazioni possibili ai disabili. No ad eventuali abusi che vanno perseguiti con la massima  fermezza.