Alcamo-Controlli dei carabinieri: un arresto, 4 denunce e multe a tappeto

0
376

Un arresto, quattro denunce, raffica di contravvenzioni e sequestri di veicoli. Alcamo e Castellammare del Golfo sono state letteralmente assediate dai controlli dei carabinieri nello scorso week-end e i risconti sono stati tangibili. A finire dietro le sbarre un romeno 31 anni, Ionut Vlase (nella foto): su ordine del gip, in seguito ad una condanna, i carabinieri lo hanno ammanettato perché ritenuto responsabile di lesioni personali aggravate. Secondo quanto emerso dal dibattimento in tribunale avrebbe tenuto per una notte segregato un giovane a Calatafimi e picchiato selvaggiamente a scopo di rapina. I riflettori dei militari dell’Arma si sono poi puntati sui pregiudicati e soprattutto sui soggetti ritenuti socialmente più pericolosi, quindi i sorvegliati speciali. E in questo ambito ad essere stato pizzicato è stato Pietro Giacalone, 24 anni, di Alcamo. Nella sua abitazione è stato trovato in possesso di una modica quantità di stupefacente. Lui ha dei precedenti specifici proprio per droga: nel 2014 l’ultimo arresto, effettuato dalla polizia, quando venne fermato in flagranza a trasportare per strada un sacco voluminoso al cui interno è stato trovato ben un chilo di marijuana. Negli anni passati era stato fermato altre volte, non solo per droga ma in un’occasione anche per rapina. Per lui una segnalazione alla prefettura di Trapani. A ruota sono scattate anche quattro denunce: una ha riguardato un uomo di Buseto Palizzolo per violazione degli obblighi di assistenza familiare, due hanno riguardato altrettanto alcamesi sorpresi alla guida di veicoli con un tasso alcolico superiore a quello consentito, un altro pregiudicato alcamese è stato fermato alla guida di un veicolo pur avendo la patente revocata dall’ottobre 2015. Misure che sono maturate quindi nell’ambito di questi controlli straordinari direttamente guidati dal capitano della Compagnia di Alcamo Giulio Pisani. In tutto sono state impegnate 12 pattuglie sia in uniforme che in abiti civili, sono stati organizzati numerosi posti di blocco e di controllo tra Alcamo e Castellammare del Golfo. 265 le persone identificate e più di 120 veicoli fermati, 31 contravvenzioni elevate per violazioni al codice della strada per guida senza cintura di sicurezza, omessa revisione, guida senza casco e mancata copertura assicurativa. Un’auto è stata inoltre sequestrata e sette mezzi sono stati sottoposti a fermo. “Tali servizi straordinari di controllo del territorio – si precisa dalla Compagnia di Alcamo – proseguiranno con una certa frequenza anche nel corso dei prossimi mesi e saranno sempre orientati ad infondere in tutti i cittadini un consapevole senso di sicurezza”.