Alcamo: assestamento bilancio, scricchiola maggioranza e tutto rinviato

0
357

Saltano gli assestamenti di bilancio in consiglio comunale ad Alcamo. Tutto rinviato a questa sera dopo le dure contestazioni arrivate anche dalla stessa maggioranza a sostegno del sindaco Sebastiano Bonventre nel corso della seduta di ieri. L’uscita dall’aula di Area Democratica, gruppo di tre consiglieri che fa parte della maggioranza, insieme con altri esponenti dell’opposizione ha contribuito a far cadere il numero legale. Per la coalizione del primo cittadino è notte fonda e la quadratura del cerchio spesso non si riesce a trovare. Addirittura Area democratica aveva persino provato a chiedere la sospensiva dell’atto ma questa volta la maggioranza ha retto alla prova d’aula ed ha respinto la proposta. La contestazione parte essenzialmente per tre motivi: la prima è il ritardo eccessivo con cui la manovra è stata trasmessa, in pratica 24 ore prima del consiglio; la seconda ha riguardato una serie di errori tecnici, tanto che ci sono stati degli aggiustamenti fatti all’ultimo minuto dagli uffici Finanziari; infine è stata lamentata l’assenza di una relazione politica: “Ci sono stati presentati una serie di fogli con numeri e calcoli analitici – sottolinea il consigliere di opposizione Alessandro Calvaruso – dove si inseriscono somme in capitoli. Non si capisce neanche il perché di questi spostamenti senza una relazione politica. Quindi mi chiedo cosa noi consiglieri dovremmo votare e perché”. Persino i Revisori dei conti hanno chiesto agli uffici preposti un chiarimento. Di fronte a questa situazione sono usciti fuori dall’aula il gruppo consiliari di Area Democratica, Abc e altri consiglieri d’opposizione facendo cadere il numero legale e quindi determinando il rinvio dei lavori a questa sera. Riguardo agli errori tecnici l’ufficio Finanziario ha trasmesso al consiglio una nota in cui si imputa questo fenomeno ad errori di calcolo del software installato nei computer. A gettare acqua sul fuoco l’assessore al Bilancio, Antonino Manno: “Le imperfezioni tecniche rilevate – replica – non inficiavano la sostanza della manovra di assestamento”. Riguardo alla manovra ci sono importanti provvedimenti: “Prevediamo di inserire somme nei capitoli che erano stati azzerati riguardanti la Cultura e lo Sport, seppur con tagli rispetto allo scorso anno che oscillano tra il 20 ed il 40 per cento – precisa Manno -. Inoltre saranno aumentati i contributi per gli indigenti. Svincoliamo anche 100 mila euro di investimenti, somme che sono computate al di fuori dei parametri per il patto di stabilità, che permetteranno di completare la realizzazione delle cucine nel plesso scolastico Europa”. Con la realizzazione della cucina il Comune gestirà in proprio le mense scolastiche evitando quindi di esternalizzare il servizio come accade oggi.