Alcamo-Ancora fiumi di droga: scoperta piccola centrale dello spaccio

0
275

Da Palermo ad Alcamo aveva da qualche settimana trovato la sua nuova casa. In realtà però la utilizzava anche per la propria attività di spaccio. Particolare che non è sfuggito ai carabinieri che da qualche tempo hanno ulteriormente intensificato i controlli antidroga nel territorio. E’ finito così nella rete un 28enne, con piccoli precedenti alle spalle. Per lui una denuncia per detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente. La scoperta è stata fatta ieri sera dai militari del nucleo radiomobile, guidati dal tenente Sebastiano Russo, che da qualche tempo tenevano sott’occhio l’appartamento in via Ruggero, insospettiti dall’enorme via vai quotidiano di gente. Un “pellegrinaggio” che celava però un motivo di base: quella casa era una sorta di piccola centrale dello spaccio. I carabinieri ieri sera, dopo aver raccolto una serie di importanti indizi, hanno deciso di fare irruzione all’interno dell’appartamento e sono contestualmente arrivare le conferme. All’interno delle quattro mura sono stati rinvenuti complessivamente 20 grammi di sostanza stupefacente, per l’esattezza hashish e marijuana, già suddivise e confezionate in 18 dosi, quindi pronte per essere spacciate. Sulla scorta del riscontro il 28enne è stato denunciato nelle prossime settimane sarà chiamato ad affrontare un processo penale per l’accusa che gli è stata mossa. “I controlli dei carabinieri della Compagnia di Alcamo, guidati dal capitano Giulio Pisani, – si legge nella nota dei militari dell’Arma – proseguiranno senza sosta al fine di prevenire e reprimere efficacemente i reati in materia di traffico di sostanze stupefacenti”. Controlli che hanno già dato importanti riscontri negli ultimi tempi in particolare: su questo fronte impegnati carabinieri, polizia e guardia di finanza. Solo per citare le ultime operazioni più imponenti il commissariato ha smantellato nel marzo scorso un’organizzazione che operava a cavallo tra il comprensorio alcamese e quello partinicese: il bilancio parla di 10 chili di marijuana sequestrati, due arresti e altrettante denunce. Sempre nel marzo scorso è scattato un altro arresto con perquisizione domiciliare che ha portato al ritrovamento di 70 dosi di marijuana. Poi ancora la polizia appena qualche settimana fa sempre la polizia ha arrestato un pregiudicato trovato con ben 130 dosi di droga in auto. per no parlare poi dei 13 chili di droga che sono stati scovati nell’ambito dell’operazione antimafia “Freezer” scattata lo scorso febbraio. Importanti anche i riscontri avuti dai carabinieri: l’operazione più importante sicuramente quella che ha portato in carcere Francesco Domingo, alcamese di 33 anni, con un trascorso burrascoso e tanti anni di galera con la pesantissima accusa di omicidio e soppressione di cadavere: a lui i militari hanno trovato un chilo e 650 grammi di marijuana.