Alcamo-Altro pusher arrestato: in casa trovate 70 dosi di marijuana

0
538

Ancora droga sequestrata e individuati pusher ad Alcamo. L’ennesima operazione antidroga porta la firma del commissariato cittadino che ha fatto scattare le manette ai polsi di Benedetto Costa (nella foto), 46 anni, pregiudicato alcamese. Il suo tentativo di trovare riparo in casa non gli ha permesso di evitare che la polizia lo riuscisse a individuare ed a scoprire il suo traffico illecito. All’uomo sono state trovate all’incirca 70 dosi di marijuana, già pronta quindi per essere spacciata. Costa è stato fermato mentre faceva rientro a casa. L’uomo, probabilmente, si è reso conto che alcuni agenti in borghese lo stessero seguendo. Per questo ha cominciato a correre per fare rientro nella sua abitazione, insospettendo ancora di più gli agenti. Il 46enne è comunque riuscito a raggiungere casa chiudendo la porta ma pochi istanti dopo si è visto piombare i poliziotti che hanno cominciato a bussare insistentemente. In qualche modo gli agenti sono riusciti a farsi aprire la porta e il loro intuito è stato subito ripagato. Infatti Costa ha cominciato a manifestare segni di nervosismo e un atteggiamento sospetto che lasciava presagire come nascondesse qualcosa. La polizia ha quindi cominciato a perquisire l’immobile riuscendo a trovare un vistoso sacchetto contenente lo stupefacente. Il 46enne lo aveva nascosto all’interno di un piccolo ripostiglio ricavato nel vano sottoscala. L’uomo non è nuovo negli ambienti dello spaccio: già un anno fa su di lui si accesero i riflettori in quanto nell’ambito di un’analoga operazione antidroga fu scoperto che nella sua abitazione aveva una vera e propria coltivazione “domestica” composta da numerosissime piante di marijuana già in piena infiorescenza. Per Costa è arrivata la conferma da parte del Gip dell’arresto e la misura dei domiciliari. Per le forze dell’ordine un altro importante colpo allo spaccio di droga ed in particolare per la sezione investigativa dell’Ufficio di Polizia del commissariato di Alcamo. Infatti appena qualche settimana fa sempre gli agenti avevano operato un maxi-sequestro di 10 chili di marijuana che ha portato all’arresto di due pregiudicati e ad ottenere, a distanza di pochi giorni, l’aggravante della misura cautelare del pregiudicato partinicese Marcaurelio Rigano, il quale è stato sottoposto agli arresti domiciliari.