Alcamo-Al via il festival, orchestre suonano per inneggiare alla pace

0
596

Un festival giovanile dedicato alla pace della quale si avverte oggi il bisogno, come non mai, dopo la fine della seconda guerra mondiale avvenuta 70 anni fa. E non a caso la IV convention del cammino della speranza prende il nome di “Orchestre per la pace”. Ieri sera la prima del festival, nel suggestivo scenario della chiesa dell’Annunziata dove ha tenuto un applauditissimo concerto l’orchestra di fiati del conservatorio “Antonino Scontrino di Trapani”, diretta dal maestro Paolo Morana. Il festival è organizzato dall’istituto “Allmayer”, diretto da Vito Emililo Picciché che nel suo indirizzo di saluto ai numerosi presenti ha sottolineato: “che perseguire la pace a suon di musica significa far dialogare i popoli attraverso il linguaggio dei suoni, quale elemento rilevante dello spirito. E’ l’inizio di un percorso che, a breve, ci porterà alla costituzione di una rete mediterranea di “orchestre per la pace”. E la pace e convivenza tra i popoli è stato il filo conduttore di esponenti delle tre  religioni monoteiste: l’imam Francesco Macaluso della Comunità religiosa islamica, regione Sicilia, Salvo Parrucca, Istituto siciliano studi ebraici, e monsignor Leonardo Giordano arciprete della chiesa Madre. L’orchestra di fiati del conservatorio Scontrino ha tenuto un applauditissimo concerto con musiche di Michele Netti, Ennio Morricone, Astor Piazzolla e tanti altri famosi autori. L’orchestra ha un organico di circa 60 elementi ed è costituita da allievi, ex allievi e docenti. Il festival continuerà domani sera e sabato prossimo ore 21 nell’atrio del Collegio dei gesuiti. Giuseppe Maniscalchi