Aeroporto Birgi: preoccupata Confindustria, per l’on.Oddo “inutile allarmismo”

0
211

La paventata riduzione dell’operativo voli da parte di Ryanair, principale vettore aereo che opera nell’aeroporto Trapani Birgi desta seria preoccupazione nel presidente di Confindustria Trapani, Gregory Bongiorno. “Quello a cui stiamo assistendo in questi giorni e che riguarda la pianificazione dei voli della prossima stagione estiva 2015 – afferma– non è altro che un campanello d’allarme rispetto al più complessivo tema del trasporto aereo a livello regionale”. Per Bongiorno la situazione di Trapani è un altro segnale di quanto sta accadendo anche negli altri due principali aeroporti siciliani, Palermo e Catania, per i quali è stata già prevista la soppressione, da parte di Alitalia e di Airone, della maggior parte dei voli, sia nazionali che internazionali, a partire dal prossimo mese di ottobre. “La nostra associazione – dichiara il presidente dell’ente – si sta facendo portavoce dell’apprensione di tutti gli addetti ai lavori e degli operatori turistici del territorio cercando di coinvolgere il Governo Regionale per ragionare su un piano strategico complessivo sulla mobilità da strutturare, oltre che con la parte politica, anche con i rappresentanti delle categorie interessate”. Per tornare invece alle vicende più strettamente “domestiche”, Bongiorno, pur consapevole delle difficoltà di natura economica e finanziaria dei Comuni, invita tutti i sindaci del territorio a tener fede agli impegni assunti in Prefettura e a versare le somme dovute, onde consentire il rispetto dell’accordo di co-marketing a suo tempo sottoscritto con Ryanair. Di “inutile allarmismo” parla invece il deputato regionale Nino Oddo che fa sapere di avere, in queste ore, preso contatti sia con il presidente di Airgest Castiglione sia con il Presidente della Regione Crocetta. “Allo stato – getta acqua sul fuoco Oddo –  non vi è alcuna programmazione da parte di Ryanair per il 2015. L’unico elemento di incertezza è rappresentato dal mancato rispetto dell’accordo di co-markenting da parte di alcuni Comuni”.“Se i sindaci – aggiunge – invece di generare inutile allarmismo, si impegnassero a mantenere gli accordi sottoscritti, nulla avrebbe da temere l’aeroporto di Birgi per la prossima stagione”. Oddo si impegna “ qualora l’andamento della situazione lo rendesse necessario, di creare le condizioni per un incontro tra Castiglione e Crocetta”, auspicando infine “che le amministrazioni comunali facciano interamente il loro dovere, senza nascondersi dietro l’ombrellone della Regione che, sulla vicenda Airgest- dice – ha interamente fatto la sua parte”.

how to be aware what garmets preserve
woolrich jassen Shop Belk’s fall fashion sale on Monday

especially because Joan Rivers
louis vuitton taschen4 Darkly Hilarious Ways Companies Screwed Up Copy Editing