100° anniversario di Maria Santissima del Romitello, processione con nuovo percorso

Festeggiamenti a Borgetto per il centesimo anniversario dall’incoronazione di Maria Santissima del Romitello. Dopo lo stop di due anni dovuti alla pandemia, la “bedda matri” è tornata a percorrere le strade borgettane portata a spalla dalla confraternita, accompagnata dalla fanfara “Maria Santissima del Ponte” di Partinico. Il santuario di Romitello, situato a pochi chilomtri da Borgetto, vanta una forte devozione plurisecolare che lega i borgettani e le comunità cristiane limitrofe di Carini, Montelepre e Giardinello al culto miracoloso della Madonna che, secondo la tradizione popolare, apparve nel ‘400 al beato benedettino Giuliano Majali, che in quel luogo si era ritirato come eremita: da quel romitorio, infatti, deriva il nome “Romiteddu” da cui prende il nome il santuario.

Sempre secondo la leggenda, il beato ebbe in visione la Madonna nella forma della “pietà” ed immortalata, ne fece dipingere il quadro rappresentante la deposizione di Gesù dalla Croce sulle ginocchia di Maria che ogni anno viene portato, sin dalle prime ore della mattina, in processione seguito dai fedeli. Quest’anno, in occasione del centenario, il percorso per raggiungere il santuario ha previsto una novità: arrivato infatti a Porta Palermo, è stata fatta una breve sosta davanti la Chiesa delle Anime Sante.