Sono scintille ad Alcamo per il mancato affidamento dell’appalto del bus navetta che avrebbe dovuto garantire il collegamento con Alcamo marina. Ad innescare la polemica al vetriolo è la ditta Reginella bus srl che sia al primo che al secondo tentativo da parte del Comune di affidamento del servizio ha provato a suo modo ad accaparrarsi la commessa senza riuscirci.

In un video pubblicato su Youtube è intervenuto uno dei legali rappresentanti della ditta che ha senza mezzi termini accusato gli uffici comunali e l’amministrazione di avere deliberatamente impostato il servizio in un modo tale da far andare a monte tutto con l’obiettivo in realtà “di risparmiare”.

La ditta di trasporti effettivamente si era presentata alla prima manifestazione d’interesse ma fu esclusa per carenza di documentazione di cui fu chiesta integrazione ma anche in quel caso gli uffici non hanno ritenuto ammissibile l’istanza. Poco dopo c’è stato un tentativo di trattativa privata ed anche in questo caso unica partecipante, ma si fa solo per dire, è stata ancora la Reginella bus srl.

Infatti la ditta ha presentato in busta non un’offerta ma una critica al tipo di servizio che si voleva dare. Per cui anche in questo caso affidamento saltato e questa volta definitivamente. La ditta non ha quindi risparmiato anche via social network critiche al municipio.

Il Comune dal suo canto conferma la carenza di documentazione e l’impossibilità ad affidare la gara anche a fronte dell’ultimo tentativo quando la ditta, per l’appunto, ha presentato non l’offerta economica ma una lettera sostenendo che il servizio di bus navetta era stato impostato male dal Comune e non era conveniente per nessuna ditta del settore.

La Reginella bus srl lamenta anche la non veridicità delle notizie diffuse dal Comune relativamente soprattutto all’ultimo tentato di affidamento diretto del servizio in cui era stato attestato in un comunicato che i fondi stanziati ammontavano a circa 30 mila euro. Anche qui è botta e risposta.

In tutto questo tam tam di feroci polemiche il Comune fa comunque anche ammenda di avere effettivamente iniziato tardi l’iter per la predisposizione della gara per il servizio di collegamento con Alcamo marina. Una mea culpa accompagnato però anche da un impegno per la prossima stagione estiva:

Intanto il capogruppo del Pd in consiglio comunale, Giacomo Sucameli, chiede al Comune di inviare tutta la documentazione delle varie gare espletate alla Procura di Palermo. Inoltre ha presentato un’interrogazione in cui si accusa il Comune di aver “tagliato le gambe” all’azienda e chiede di sapere se ci sono responsabilità in quanto accaduto e se orami il servizio non sarà più attivato.

GUARDA IL VIDEO

 

Share.
SHARE
OR
SCARICA LA NOSTRA APP