ZES, via al credito d’imposta. Nella ‘Zona’ assenti Alcamo e Castellammare

Le imprese siciliane che si trovano all’interno delle ZES, le zone economiche speciali, sia della Sicilia occidentale e di quella della Sicilia orientale, potranno presentare all’Agenzia delle Entrate la comunicazione per la fruizione del credito d’imposta per gli investimenti nelle aree interessate.

L’accesso all’agevolazione fiscale prevista dalla legge di bilancio nazionale è in vigore dal primo aprile ed è stato reso possibile grazie all’approvazione dei piani strategici predisposti dalla Regione Siciliana per le due Zes isolane. “Il credito d’imposta – ha spiegato l’assessore regionale alle attività produttive della Regione Siciliana Mimmo Turano – è il primo passo delle neo istituite zone economiche speciali e sono certo che sarà molto apprezzato dalle imprese che investono ed intendono investire.

Il ministro per il Sud Carfagna ha evidenziato recentemente in parlamento che occorre eliminare ostacoli e lentezze e dare nuovo impulso alle Zes: sono assolutamente d’accordo – ha concluso Turano – e auspico che si possa collaborare attivamente con il ministero per arrivare presto alla nomina dei commissari, e dare una governance operativa alle Zes”. Della zona economica speciale della Sicilia, fortemente voluta dall’assessore Mimmo Turano, alcamese con vecchie radici castellammaresi, ironia della sorte non fanno parte né il comune di Alcamo né quello di Castellammare del Golfo.

Ci sono invece, assieme ad amministrazioni comunali dell’agrigentino e del nisseno, Calatafimi, Custonaci, Marsala, Trapani, Mazara del Vallo, Salemi, Santa Ninfa, Partinico, Cinisi,  Carini, Termini Imerese e Palermo. In particolare le imprese siciliane che intraprenderanno nuove  iniziative economiche nelle Zes potranno usufruire di una riduzione del 50% dell’imposta sul reddito derivante dallo svolgimento di tale attività. Per ottenere le agevolazioni le imprese beneficiarie dovranno conservare i posti di lavoro creati nell’ambito dell’attività avviata nelle Zes per almeno dieci anni.