Valderice-Il Carnevale entra nel vivo

Anche a Valderice c’è grande fermento per l’approssimarsi delle giornate clou del Carnevale. «È un evento che l’Amministrazione Comunale sostiene con convinzione in quanto rappresenta un importante momento di partecipazione e di aggregazione sociale oltre a dare impulso all’industria del turismo che, secondo gli indicatori, è in crescita sul nostro territorio» si legge in una nota del sindaco Mino Spezia che sottolinea che la kermesse è anche « un’occasione per far conoscere ed apprezzare le bellezze naturali e storiche del nostro territorio. Il Carnevale valdericino, arrivato quest’anno alla ventiquattresima edizione, è oramai un appuntamento fisso che caratterizza il folklore locale, che vede la partecipazione in massa della gente sia nella realizzazione dei carri allegorici sia nella partecipazione attiva alla manifestazione. I carri, costruiti in polistirolo e cartapesta, sono opera di artisti locali che mettono a disposizione della comunità la loro professionalità ed il loro tempo libero. La preparazione inizia due mesi prima della sfilata ed ogni anno si scelgono dei temi su cui gli artisti danno sfogo alla loro fantasia. Quest’anno i cinque carri sono: Maleficent, Pirati dei Caraibi, La Mattanza, Canta che ti passa e The Mask. Dopo la prima sfilata di domenica scorsa, il programma prevede per domani, 4 febbraio, un appuntamento gastronomico, arrivato alla decima edizione e che ha come protagonista il couscous, in piazza Cristo Re dalle ore 20.30 alle ore 01.00: Cuscus “c’a carni di porcu” e a seguire serata danzante. Venerdì 5 dalle ore 21.30 alle ore 01.00 le esibizioni dei gruppi delle scuole di ballo sempre in piazza Cristo Re. Sabato 6 febbraio dalle ore 16.00 alle ore 19.30 la decima edizione Mascherina D’Argento al Molino Excelsior, mentre in piazza alle ore 21.00 inizierà lo spettacolo con Nana “Il ballo della Casalinga”. Domenica 7 e lunedì 8 via alle attese sfilate dei carri dalle ore 16.30 alle ore 24.00, mentre martedì 9 febbraio prevista, a partire dalle ore 21.30 l’esibizione dei gruppi di ballo dei carri, sempre in Piazza Cristo Re. «Tutto questo è possibile – evidenzia il primo cittadino – grazie al Comitato Carnevale, al mondo dell’associazionismo, ai privati cittadini che, in maniera volontaria e disinteressata, si dedicano con grande spirito di sacrificio ed abnegazione alla realizzazione dei carri allegorici, dei balletti e di tutto quanto serve per la buona riuscita della rassegna».