Turismo enogastronomico. Arrivano nel Trapanese fondi per 200 mila euro

Arrivano anche in provincia di Trapani fondi europei per 200 mila euro per le piccole imprese  nel settore del turismo enogastronomico.  L’obiettivo  è quello di sostenere la creazione di una rete costituita da imprese che miri alla creazione di pacchetti turistici legati al buon cibo e alle tradizioni del Trapanese, e alla messa in rete, promozione e commercializzazione di servizi ad essi legati. I comuni interessati dalla misura di sostegno sono, oltre Trapani, anche Buseto Palizzolo, Calatafimi Segesta, Castellammare del Golfo, Custonaci, Erice, Favignana, Marsala (esclusivamente per l’area di Riserva e Preriserva della RNO Isole dello Stagnone), Pantelleria, San Vito Lo Capo, Valderice e Vita. Per presentare le domande c’è tempo fino al 25 agosto, salvo proroghe. I beneficiari del bando sono gruppi di microimprese composti da imprese agricole e forestali, di trasformazione e commercializzazione dei prodotti agroalimentari e forestali, in forma singola o associata, di servizi per il turismo rurale e per la promozione di mestieri e attività artigianali, con un organico inferiore a dieci persone e con un fatturato totale di bilancio annuale non superiore a 2 milioni di euro. Le spese ammissibili al finanziamento sono quelle relative alle missioni e alle trasferte direttamente legate all’attività di animazione; le spese connesse all’utilizzo di un animatore al quale sia affidato il compito di coinvolgere e mettere in rete i partecipanti al progetto, ma anche le spese per focus, seminari, workshop, gruppi di lavoro tematici, materiale informativo.