Trivelle in cerca di energia nel Belìce

di Antonio Pignatiello

 

 

Ora i cittadini della Valle del Belice delle province di Trapani, Agrigento e Palermo sono seriamente preoccupati. La Enel Longanesi Development srl, costola del gruppo Enel Trade Spa, dopo l’autorizzazione ricevuta dalla Regione Sicilia lo scorso 10 ottobre, possono davvero iniziare a trivelare un’area di 680 kilometri quadrati della zona per la ricerca di idrocarburi, petrolio e gas naturale.

 

Dopo che l’Occidente ha devastato interi territori del Terzo e Quarto mondo ora arriva a cercarele risorse dentro casa propria. Interessati alla questione non sono soltanto i comuni del palermitano, agrigentino e trapanese della Valle del Belice ma sicuramente tutti perchè prima o poi si andrà a trivellare altrove e sempre più in territori già con problemi di sussistenza e debolezza economica e politica. I comuni interessati sono Montevago, Santa Margherita Belice, Bisacquino, Piana degli Albanesi, Roccamena, San Cipirrello, San Giuseppe Jato, Alcamo, Gibellina, Poggioreale e Salaparuta.

 

Nicola Catania, a capo dei Comuni del Belice, avrebbe già esposto il proprio no ala questione che però avrebbe, appunto, l’autorizzazione da parte della Regione Siciliana. I cittadini protestano e si sono riuniti in un’associazione, la “No trovielle nela Valle del Belice” e la notizia è stata resa nota da L’Altra Sciacca, organica al comitato dei cittadini.

 

La richiesta di perforazione prevederebbe la realizzazione di un pozzo esplorativo profondo dai 2000 ai 3.500 metri entro 42 mesi dalla concessione del permesso, quindi a partire dal 10 ottobre del 2012. I comuni interessati, per onor di cronaca, sono poi proprio quelli interessati dal tragico terremoto del 1969. La realtà resta dunque quella di andare proprio nelle zone meno protette prima del Mondo, come il Terzo e Quarto mondo, e poi ora anche in quelle interne all’Occidente e guarda caso tra le più povere di economia ma ricche di eventuali energie che servono a mandare avanti il mondo tecnologizzato e industriale.