Trapani – Palermo a piedi, camminando celermente. Bica ce la fa e impiega meno di 24 ore

Bica all'arrivo dinanzi al Teatro Massimo di Palermo

Ci è stato anche meno di quanto si era prefissato. Giuseppe Bica, graphic designer con la passione per le imprese sportive, in meno di 24 ore, per l’esattezza 23 ore e 30 minuti, ha percorso i cento chilometri, camminando ad andatura sostenuta, che separano Trapani da Palermo. Era partito da Torre Ligny, sabato sera, ed è arrivato dinanzi al Teatro Massimo attraversando un percorso per niente facile, con numerosi salisecendi e un’altezza massima di 7” metri.  Giuseppe Bica è riuscito a raggiungere il teatro Massimo di Palermo, partendo da Torre di Ligny a Trapani. Da 35 a 100 chilometri, un bel balzo in avanti rispetto alla camminata spedita del settembre scorso, da Paceco a San Vito Lo Capo.

Giuseppe Bica, trapanese di 33 anni, trova nella sua forza interiore e nel fissare obbiettivi il carburante per ottenere grandi risultati. Ha praticato diversi sport, fra cui anche specialità che non sono per nulla facili e leggere. Fra queste il CrossFit e l’OCR (che sta per “Obstacle Course Race”) più conosciuto nella versione commerciale delle Spartan Race.

L’atleta trapanese, che già si sta preparando ad altre particolari imprese, ha anche partecipato agli ultimi due campionati interregionali di Sicilia-Calabria, sfiorando la qualificazione per le finali nazionali. Attualmente compete a livello amatoriale in gare podistiche, dagli sprint alle mezze maratone, ai trail così come ai triathlon sprint e olimpici. Adesso la percorrenza a piedi di due province passando da Valderice, Buseto Palizzolo, Castellammare del Golfo, Alcamo Marina, Balestrate, Partinico, Monreale e Palermo. Questo era l’obiettivo fissato e questo è stato l’obiettivo raggiunto.