Trapani-Atti persecutori, lesioni e minacce a ex marito e figlie: domiciliari per una 65enne  

0
398

 

Un atteggiamento ossessivo, mantenuto anche dopo la separazione dal marito avvenuta nel 2013, sfociato in minacce aggravate dall’uso delle armi, aggressioni e danneggiamenti continui, tali da ingenerare nei propri familiari un serio stato d’ansia e preoccupazione per la loro incolumità personale. Ad essere accusata del reato di lesioni personali aggravate, minacce ed atti persecutori una donna trapanese di 65 anni. Questa mattina è stata raggiunta da un’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari con dispositivo di controllo elettronico; provvedimento emesso dal Gip presso il Tribunale di Trapani, ed eseguito dalla Squadra Mobile. L’attività d’indagine della Polizia di Stato ha avuto origine da una richiesta d’intervento pervenuta al 113 e avrebbe consentito di ricostruire un quadro allarmante di comportamenti violenti ed irrazionali della donna nei confronti delle figlie e dell’ex marito. Le dichiarazioni delle persone sentite nel corso delle indagini avrebbero trovato pieno riscontro; per questo il Giudice per le indagini preliminari ha imposto alla sessantacinquenne gli arresti domiciliari, misura idonea a scongiurare il pericolo di reiterazione del reato e a preservare l’incolumità dei suoi familiari.