Tragedia sfiorata sul lavoro, precipita monta-carichi a Corleone. Due operai feriti

Stavano lavorando su un ponteggio per la ristrutturazione della sede di via Crispi, a Corleone, di un piccolo laboratorio della Tortorici Marmi. Sono precipitati al suolo, da un’altezza di circa dieci metri, mentre si trovavano all’interno di un montacarichi rudimentale che veniva utilizzato per accedere al ponteggio e anche per salire e scendere lastre di marmo. Il crollo, causato da un cavo che si sarebbe spezzato, si è verificato alle 7,15 di questa mattina.  Due operai un marmista di 67 anni, dipendete della ditta, e un operaio edile di 40 anni, sono precipitati con il monta-carichi riportando alcune fratture e traumi. Sul posto si sono recati i vigili del fuoco di Corleone che hanno liberato gli operai rimasti feriti, due ambulanze del 118, il personale del Servizio prevenzione e sicurezza ambienti di lavoro dell’Asp e i carabinieri che stanno conducendo le indagini. Il 4oenne e il 67enne sono stati dapprima trasportati all’ospedale dei Bianchi di Corleone e poi, dopo le prime cure, trasferiti in elisoccorso al Trauma center di Villa Sofia. Le loro condizioni sarebbero gravi ma entrambi non verserebbero in pericolo di vita. I carabinieri della compagnia di Corleone stanno lavorando su più fronti: accertare la dinamica dell’incidente; valutare con i tecnici la sicurezza nel funzionamento del monta-carichi; appurare la regolarità lavorativa delle persone coinvolte e chiarire se la ditta edile che stava seguendo la ristrutturazione dell’immobile di via Crispi e aveva allestito il ponteggio avesse adottato tutte le misure previste a tutela dell’incolumità dei lavoratori.