Tragedia in moto prima dell’alba a Castellammare del Golfo. Muore ventiduenne, casco frantumato

Stava rientrando a casa ma nella sua abitazione non è mai arrivato. Fabrizio Aguanno, giovane castellammarese di 22 anni, è infatti caduto dalla sua moto ed ha perduto la vita. Vani sono risultati i soccorsi. Il giovane, giunto in ospedale, è poi deceduto subito dopo. Troppo gravi le ferite e i traumi riportati alla testa. La tragedia si è verificata poco prima delle 5 di stamattina, lungo la provinciale SP 2, quella che porta alle Terme Segestane, in contrada Bocca della Carrubba. Aguanno, per motivi ancora poco chiari, forse una disattenzione o un animale sulla strada, ha effettuato una brusca virata.

Il suo scooterone, uno Yamaha X-Max, è terminato a terra. L’impatto con il selciato è stato parecchio violento tanto da frantumare il casco che il ventiduenne indossava regolarmente. Proprio alla testa si sono infatti verificati danni più seri, quelli che poi hanno portato alla tragedia e quindi alla morte del giovane castellammarese. Fabrizio Aguanno lavorava in un bar della cittadina del Golfo.

Al momento dell’incidente stava forse rincasando dopo avere lavorato ed essersi poi preso un po’ di svago. Tempo fa, assieme alla sua famiglia, aveva gestito un altro bar sulla strada che porta alla bretella autostradale. La tragedia di Fabrizio Aguanno non può non riportare alla memoria quella di Francesco Caleca, altro castellammarese di un anno più giovane, morto sempre per un incidente in moto, nel luglio dello scorso anno, dopo uno scontro con un’autovettura.