Test antidroga e antialcolismo per i dirigenti, Tranchida nella bufera

0
376

Scoppia la polemica a Erice per l’atto d’indirizzo approvato dalla giunta della cittadina guidata Giacomo Tranchida, che prevedebbe test antidroga e antialcolismo per il segretario generale, i dirigenti di settore, gli esperti e tutti quei soggetti ai quali vengono attribuiti funzioni e compiti in regime fiduciario.

Ma c’è anche a quanto pare un problema con la stampa che si è occupata dell’iniziativa del sindaco. Tranchida si sarebbe scagliato contro l’informazione locale, parlando di «qualche giornalista censore».
Il segretario provinciale di Trapani dell’Assostampa, Giovanni Ingoglia, ha replicato : «Siamo convinti che un atto pubblico di tal fatta non può e non deve essere ignorato da chi fa il giornalista con trasparenza, dignità e scrupolo. Riteniamo gravi e inaccettabili, quanto infamanti, le dichiarazione del sindaco di Erice».