Terremoto-Scuole chiuse ad Alcamo e Castellammare, al via le verifiche degli edifici

Scuole chiuse oggi ad Alcamo, Castellammare del Golfo e Calatafimi. Questa la decisione presa dalle due amministrazioni comunali in seguito alle scosse di terremoto, di piccola entità, che si sono registrate ieri sera e che hanno destato grandissima preoccupazione tra la popolazione. Immediatamente i Comuni hanno attivato i rispettivi Coc, i centri operativi formati da polizia municipale e protezione civile, per monitorare eventuali situazioni di allarme. Il bilancio comunque è stato positivo: “Siamo in contatto con tutte le autorità competenti e i volontari delle associazioni – assicura il sindaco di Alcamo Domenico Surdi -. Non si registra alcun tipo di danno a cose o persone. Continueremo a monitorare”. “Sono già stati effettuati primi sopralluoghi – aggiunge il vicesindaco di Castellammare del Golfo Salvo Bologna – e non risultano danni agli edifici”. Entrambi i Comuni hanno deciso per la chiusura delle scuole a scopo puramente precauzionale: “La chiusura – spiega il primo cittadino alcamese – è stata decisa anche per consentire le opportune verifiche degli edifici”. Da questa mattina sono partite le verifiche e ad Alcamo hanno dato esito negativo, nessun danno è stato rilevato nei vari istituti scolastici. Alla fine ieri sono state quattro le scosse di terremoto registrate dall’Ingv, l’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, nei pressi del Golfo di Castellammare. Si sono susseguite alle 17,53, 18:05, 19:44 e 21:28 rispettivamente di 2.8, 2.6, 2.6 e 2 di magnitudo, quindi non di entità allarmante ma che chiaramente ha creato paura considerato che ancora sono purtroppo fresche le notizie del terribile terremoto avvenuto nel centro Italia. Tutte le scosse sono state maggiormente avvertite in territorio di Catalafimi, il paese più vicino all’epicentro tra 1 e 4 chilometri di distanza. Ad Alcamo e Castellammare del Golfo l’epicentro in tutti e tre i casi è stato distante tra i 9 e i 12 chilometri. Leggermente avvertita la scossa a Balestrate, anche se l’epicentro è stato abbastanza distante tra i 16 ed i 189 chilometri. In un solo caso la terra ha tremato, anche se molto lievemente, a Trappeto secondo l’Ingv, esattamente per la scossa delle 17,53, con epicentro distante dal paese marinaro 20 chilometri. Al distaccamento dei vigili del fuoco di Alcamo non è arrivata alcuna segnalazione di danni. Intanto gli esperti sostengono che per quanto concerne le scosse avvenute ieri si tratterebbe di “normale sismogenetica”. Chiaramente la situazione va monitorata per un’eventuale evoluzione del fenomeno.