Teatro “Cielo d’Alcamo” climatizzato, arrivano i fondi. Consumi ridotti e comfort per il pubblico

0
308

492.938,28 euro. Rientrano, con questo ammontare, fra i 41 progetti finanziabili, per i quali sono già disponibili circa 31 milioni di euro, i lavori di manutenzione straordinaria, con risparmio energetico, dell’impianto di climatizzazione del teatro Cielo d’Alcamo, impianto che mai ha funzionato in quanto mai completato.

Dovrebbe quindi concludersi a breve una storia infinita fatta di decine di proclami e impegni inattesi. Già nel 2000 un assessore dell’allora giunta Scala aveva dichiarato in un’intervista che entro sei mesi il teatro alcamese sarebbe stato riscaldato e rinfrescato adeguatamente. Sono trascorsi altri 20 anni e gli spettatori, in inverno, sono sempre stati costretti a dotarsi di cappotti e pellicce mentre nel periodo caldo il teatro è rimasto chiuso perché all’interno non si riesce a respirare.

In uno dei tanti esempi di lungaggini burocratiche estremamente esagerate e di disservizi, si inserisce anche la strana storia di un intervento da circa 40.000 euro, progettato alcuni anni fa almeno per rimettere in funzione il riscaldamento, ai tempi della gestione comunale del commissario Arnone, che mai è stato realizzato. La cifra si è quindi più che decuplicata anche se adesso il teatro Cielo d’Alcamo avrà pure l’aria condizionata in estate e soprattutto l’efficentamento energetico con la riduzione dei consumi.

Il progetto si è piazzato al 35° posto della graduatoria stilata dall’assessorato regionale all’energia su 41 che verranno certamente finanziati in quanto già dotati della necessaria dotazione economica. L’impianto di climatizzazione nel teatro comunale alcamese era già stato inserito, con 200.000 euro, nel programma triennale delle opere pubbliche 2018-2020. Adesso invece sarà la Regione, con i fondi europei dell’asse prioritario “energia sostenibile e qualità della vita”, a fornire per intero le somme necessarie, poco meno di 493.000 euro.

La graduatoria è comunque ancora provvisoria ma Alcamo riceverà certamente il finanziamento, bisognerà adesso vedere secondo quali tempi. Con lo stesso avviso sono stati finanziati altri progetti del comprensorio: 800.000 euro a Buseto Palizzolo per l’istituto scolastico comprensivo Manzoni, 750.000 a Salaparuta per il palazzo municipale, 1.277.000 euro a Carini per gli uffici comunali. Contributi per l’effiecntamento energetico e la riduzione dei consumi anche a Menfi e Montevago.