Studio delle malattie cardiovascolari. E’ la principale causa di morte in Italia. ISMETT in prima fila

Malattie cardiovascolari: è’ in corso ad Isnello, paese della provincia di Palermo, sulle Madonie,  lo studio “Prevasc” volto ad esaminare lo stato di salute cardiovascolare di un campione di 2.000 persone di età superiore ai 65 anni, mediante visite di tipo cardiologico, elettrocardiologico ed ecocardiologico. L’iniziativa, battezzata “Il cuore di Isnello” è in corso presso l’Aula Centro Sociale e promossa dall’Ismett di Palermo in sinergia con la Società Italiana di Cardiologia Geriatrica.

Le malattie delle valvole cardiache interessano un milione di persone nel nostro Paese con un impatto maggiore sulla popolazione con più di 65 anni e rappresentano la principale causa di morte, essendo responsabili del 44% di tutti i decessi. In particolare, la cardiopatia ischemica è la prima causa di morte per malattia in Italia, mentre gli eventi cerebrovascolari sono al terzo posto con il 13% dopo i tumori. Lo studio della patologia, condotto da un’equipe di 7 cardiologi, è in corso, oltre che nella piccola cittadina palermitana, anche in altre regioni d’Italia di non oltre 3.000 abitanti.