Strascichi delle feste, il virus galoppa anche ad Alcamo e Castellammare. Vaccinazioni OK

Arriva subito il conto da pagare per i pranzi in famiglia, gli incontri più allargati del consentito, le giocate a carte, la presenza costante davanti bar e pub per il periodo natalizio. Basti fare i conti dell’ormai noto periodo di incubazione del coronavirus ed ecco che si arriva ai primi di gennaio. Nel giro delle ultime 24 ore, in provincia di Trapani, si registra infatti un preoccupante incremento di 200 nuovi positivi.

Ad Alcamo e Castellammare del Golfo il contagio ha ripreso a volare. Ieri, nella cittadina alcamese, 18 nuovi positivi. L’impennata riguarda comunque l’ultima settimana in cui gli attualmente positivi da 138 sono saliti a 191 (+53). trend preoccupante nel vicino territorio castellammarese. Qui, nello stesso periodo, i casi sono più che raddoppiati passando da 13 a 28. Nell’impennata ha contribuito il focolaio partito fra i dipendenti di un noto bar della circonvallazione dove, fra dipendenti e parenti, sono rimaste contagiate almeno 12 persone. L’esercizio è stato chiuso e tutto il personale, con le famiglie, si è posto in quarantena.

La vigilia dell’Epifania ha fatto registrare anche dieci nuovi decessi (non in solo giorno ma da spalmare nell’ultima settimana) e un incremento pure dei ricoveri, 18 in più rispetto a ieri nei reparti ordinari (identica invece, per fortuna, la situazione in terapia intensiva). Una sessantina, infine, le nuove guarigioni. Marsala è la città che conta più positivi al Covid 19, e in un giorno ha registrato addirittura 130 contagi in più. In tutto il trapanese ci sono invece 1845 attuali positivi. Le città più colpite, con marsala, sono anche Mazara del vallo e Trapani.

Questa la suddivisione nei vari comuni, al netto di decessi e guarigioni: Marsala 460, Mazara del vallo, 373, Trapani 324, Alcamo 191, Erice 107, Valderice 92, Castelvetrano 65, Partanna 35, Paceco 34, Castellammare, Campobello e Gibellina 28, Petrosino 19, Favignana 17, Custonaci 10, San Vito Lo Capo 7, Calatafimi, Pantelleria e Salaparuta 6, Buseto Palizzolo 4, Salemi 3, Poggioreale  e Santa Ninfa 1, Vita 0.

Da segnalare che la cittadina di Salemi, zona rossa durante il lock-down e poi al centro del primo grosso focolaio della seconda ondata, durante l’estate, in un ristorante, riesce costantemente a ridiscendere e anche in maniera più veloce rispetto agli altri comuni.
Adesso il territorio salemitano sta quasi diventando covid-free con appena tre casi ancora attivi.

Intanto nonostante sia terminata la prima fornitura di vaccini per l’ASP di Trapani (2.340 dosi) e la seconda sia arrivata stamattina, la campagna vaccinale non ha subito alcuna interruzione. Con grande celerità del personale sanitario incaricato, sono stati infatti distribuii i 390 flaconi della nuova fornitura nei poli vaccinali della provincia: un totale di altre 2.340 dosi. Già nella tarda mattinata di oggi sono scattate le prime somministrazioni del nuovo lotto.