Strage di Alcamo marina, intitolata ai carabinieri uccisi la Ss 187

Da questa mattina un tratto della statale 187 che taglia in due Alcamo marina porta il nome di Salvatore Falcetta e Carmine Apuzzo, i due carabinieri che morirono trucidati nell’attentato alla caserma dei carabinieri del 1976. Il Comune ha voluto attendere proprio oggi, nel giorno del 40° anniversario, per scoprire ufficialmente la targa con l’incisione dei due militari: un tragico evento che ancora oggi non ha un mandante e un esecutore. Infatti sono stati recentemente scagionati, dopo 20 anni di prigionia e persecuzioni giudiziarie, i quattro presunti colpevoli che però hanno dimostrato la loro innocenza, sostenuti dai due avvocati Pardo Cellini e Saro Lauria. Per l’occasione le autorità civili e militari e le scolaresche hanno voluto rendere omaggio alla stele che è stata eretta proprio a due passi dalla casermetta oramai dismessa. Presente anche don Luigi Ciotti, il presidente di Libera, l’associazione che gestisce numerosi beni confiscati alla mafia in tutta Italia, che ha voluto così testimoniare l’importanza del ricordo