Spacciava droga e denaro falso

0
340

Brillante operazione dei Carabinieri della Compagnia di Trapani e della Stazione di Valderice, che ha portato all’arresto, in flagranza di reato, di Massimo Mario Poma, venticinquenne valdericino, volto poco noto alle Forze dell’Ordine.

Pare che nel circondario trapanese stia prendendo piede una nuova tipologia di reato: oltre allo spaccio di sostanze stupefacenti i corrieri provvederebbero anche ad immettere in circolazione un rilevante numero di banconote false, prevalentemente del taglio di venti euro.

Già in passato i Carabinieri di Valderice avevano segnalato qualche pregiudicato che era stato colto in possesso di banconote false. Ieri sera, nel corso di un servizio appositamente predisposto per la repressione dello spaccio di stupefacenti, è caduto nelle mani dei militari dell’Arma, il ragazzo, trovato con diciotto dosi tra hashish e cocaina, per un peso complessivo di oltre quindici grammi.

Ma la sorpresa maggiore per i militari è arrivata dalla perquisizione dell’abitazione di Poma, dove è stata rinvenuta una somma di oltre tremila e cinquecento euro tutte in banconote di piccolo taglio – incasso proveniente dall’attività di spaccio – e sessanta banconote false da venti euro, per un totale di mille e duecento euro.

Verosimilmente – è stato supposto – lo spacciatore si serviva del denaro falso per dare il resto agli acquirenti della droga che smerciava, immettendolo così sul mercato.

L’ Autorità Giudiziaria, informata dai Carabinieri, ha disposto che lo spacciatore venisse associato presso il Carcere di San Giuliano, mentre le indagini dei militari proseguono per tentare di risalire sia alle fonti di approvvigionamento degli stupefacenti, sia al circuito criminale dal quale proverrebbe il denaro contraffatto.