Sotto inchiesta concorso paramedici Asp di Trapani

    Due dirigenti e ventiquattro infermieri dell’Azienda Sanitaria Provinciale sono i destinatari degli avvisi di garanzia, con relativa comunicazione di conclusione delle indagini da parte della Procura di Trapani, notificati dalla Tenenza della Guardia di Finanza di Alcamo, nell’ambito dell’inchiesta riguardante il concorso per la stabilizzazione del personale paramedico bandito dall’Asp a febbraio del 2009.

    Nei confronti degli indagati vengono ipotizzati, a vario titolo, i reati di falsa attestazione, falso materiale, falsità ideologica e omessa denuncia di reato da parte di un pubblico ufficiale. Secondo gli inquirenti, gli indagati avrebbero falsificato la documentazione allegata alle domande di partecipazione, con la complicità dei due dirigenti dell’Asp che facevano parte della commissione giudicatrice.

    L’inchiesta della Guardia di Finanza, è scattata dopo la denuncia di altri concorrenti, rimasti esclusi nonostante decenni di servizio con contratti a tempo determinato presso l’Asp di Trapani e altre aziende sanitarie del Paese. Alcuni infermieri, oltre ad attestare falsamente il possesso di titoli, avrebbero prodotto anche certificati di medici e strutture sanitarie ignare, riproducendo timbri e firme false, riuscendo a ottenere, in diversi casi, l’inserimento nella graduatoria con punteggi sopravvalutati.