Scuole superiori in aula da oggi al 50% ma con modalità differenti. Trasporti ok

Le aziende di autoservizi hanno attivato qualche pullman in più dopo il recente intervento della Prefettura. Questa mattina, quindi, gli studenti pendolari delle scuole superiori hanno raggiunto i vari istituti. Diverse invece le modalità stabilite dai vari dirigenti scolastici per rispettare la presenza massima negli edifici del 50% degli studenti. Il liceo classico e lo scientifico di Alcamo, che appartengono allo stesso istituto di istruzione secondaria ‘Giuseppe Ferro’, andranno avanti a giorni alterni. Lunedì, mercoledì e venerdì un gruppo di studenti in aula e l’altro a casa in dad, martedì, giovedì e sabato si opera in senso opposto.

Alternanza anche al ‘Vito Fazio Allmayer’. Qui però è stato deciso di andare avanti per un’intera settimana. Chi sarà in classe da oggi e fino a sabato, non lo sarà dal 15 al 20 febbraio. Insomma chi è in
presenza adesso sarà invece a distanza, e viceversa. Dad e presenza
alternati anche al ‘Dolci Mattarella’ mentre l’ìiTET ‘Girolamo Caruso’ ha preferito un’altra via. Per questa settimana sono entrati in classe tutte le prime e tutte le quinte. La prossima settimana ancora le quinte ma con le seconde. Gli studenti che si apprestano a sostenere gli esami di maturità, in pratica, avranno più giornate dedicate alla didattica in presenza. Tutte le altre classi avranno maggiore alternanza ma sempre nel rispetto complessivo del 50% della popolazione scolastica dell’istituto.

Questa prima giornata di riapertura delle scuole superiori, sia ad Alcamo che sul resto del territorio, pare non abbia portato particolari problemi ma ancora la situazione è assolutamente in fase di rodaggio. All’interno degli istituti sono state anche adottate alcune precauzioni a cominciare dalla soppressione del servizio bar e dallo stop ai distributori self-service