Scuole aperte ad Alcamo, Castellammare e Partinico. Chiuse a Balestrate, Tranchida raddoppia

36391165 - pupils raising their hands during class at the elementary school

Dopo la maxi-riunione  tra i sindaci siciliani, le posizioni sulla riapertura di domani delle scuole sono davvero a macchia di leopardo. Pochi comuni del trapanese hanno deciso di lasciare a casa gli studenti. Tra questi Paceco che ha disposto la sanificazione dei plessi per domani e venerdì. Scuole aperte invece ad Alcamo, Castellammare, Salemi e Trapani.

Fa per certi versi sensazione la decisione di Giacomo Tranchida. Il primo cittadino del capoluogo trapanese, dopo avere fatto ferro e fuoco nello sventolare la volontà di tutelare la salute dei cittadini e degli studenti, ha addirittura prorogato la chiusura delle scuole, assumendosene la responsabilità,  fino a venerdì 21 gennaio.

Discorso diverso nel palermitano dove molti comuni della fascia nord-occidentale della provincia hanno deciso di rinviare l’apertura delle scuole. Tra i sindaci che hanno propugnato tale iniziativa, quello di Balestrate, Vito Rizzo. Scuole aperte invece a Partinico dove i commissari prefettizi, ovviamente, si sono guardati bene dal discostarsi dalle direttive del governo nazionale.