Scavi, scoperto edificio ad Entella. Pietra cavata in loco, incendio in età ellenistica (VIDEO)

DCIM100MEDIADJI_0396.JPG

La missione di scavi condotta a Entella, nel territorio di Contessa Entellina tra Palermo ed Agrigento, dalla Scuola Normale di Pisa ha portato in luce un ampio tratto di un antico edificio posto sul fronte nord-ovest dell’altura del Castello di Entella, proprio nella zona in cui si trova il palazzo fortificato medievale. Un fronte di quasi 5 metri dove si sono sovrapposti edifici di epoche diverse. La missione di quest’anno è coordinata da Anna Magnetto, direttrice del Laboratorio di Storia Epigrafia Archeologia e Tradizione dell’Antico della Normale di Pisa e dall’archeologa Rossella Giglio, direttrice del Parco archeologico di Segesta. Gli scavi hanno fatto emergere un ampio vano di un edificio con due ambienti contigui e con accesso dall’esterno. Le indagini hanno consentito di verificare che chi abitò la Rocca utilizzò pietra da costruzione cavata in loco. Gli scavi hanno inoltre confermato che questa zona della Rocca fu interessata da un incendio nella prima età ellenistica ma che il popolo ha continuato ad abitarvi, ricostruendo gli edifici e non spostandosi.