Sanificazione, i disinfettori dell’Esercito al lavoro a Marsala e in altri Comuni

Prosegue anche nella provincia di Trapani l’attività di sanificazione effettuata da uomini e mezzi dell’Esercito per fronteggiare l’emergenza del COVID-19. Dall’inizio dell’epidemia i militari in forza ai reparti della Brigata “Aosta” hanno pianificato e condotto l’igienizzazione in ben 54 comuni siciliani. Ieri, nelle ore notturne per un avere un minore impatto sulle abitudini della popolazione, sono stati bonificati a cura delle squadre di disinfettori del 6° reggimento bersaglieri di Trapani, del 4° reggimento genio e del reggimento Logistico “Aosta” di Palermo, il cimitero e il centro storico di Marsala.

Un impegno abbastanza ampio visto che quella lilybetana rappresenta la quinta città in Sicilia per numero di abitanti. Diversi mezzi dell’esercito, guidati da tantissimi bersaglieri, hanno igienizzati metro per metro una vasto territorio con prodotti di assoluta efficacia così come disposto dalle autorità sanitarie. La cittadina marsalese, anche in altri quartieri, è stata già sottoposta a numerosi interventi di sanificazione secondo un programma predisposto dalla giunta Di Girolamo.

Dopo Marsala è andato costantemente avanti l’impegno in tutta la regione dei nuclei disinfettori della fanteria “Aosta”, su richiesta di alcuni sindaci del messinese e del catanese. Mediante l’utilizzo di specifici prodotti igienizzanti e di moderne apparecchiature di nebulizzazione dei principi attivi, i militari hanno completato eseguito tutte le operazioni volte a eliminare eventuali agenti patogeni presso le sedi municipali, gli uffici aperti al pubblico, le chiese principali.

In altri centri della Sicilia altri nuclei di disinfettori hanno completato la sanificazione dei locali e delle arie adiacenti le stazioni dei carabinieri. Le operazioni di sanificazione messe a segno dall’Esercito proseguiranno anche nei prossimi giorni e riguarderanno anche i tribunali e gli edifici scolastici.