San Vito Lo Capo. Porto turistico, il Comune vince la battaglia

0
553

Esprimono soddisfazione il sindaco di San Vito Lo Capo e l’assessore Francesca De Luca, che hanno portato avanti e vinto la battaglia sulla realizzazione di un porto turistico. La società Marina Bay ha comunicato la volontà di rivedere il progetto, secondo le indicazioni fornite dalla giunta, che ha bloccato il piano per evitare stravolgimenti e quindi cementificazioni. La comunicazione della società Marina Bay di rivedere il progetto è il risultato degli incontri avuti con la società e di una lettera fatta pervenire al Comune dal legale rappresentante della stessa. Sindaco e giunta, appena insediati, si erano trovati tra le mani questo progetto, definito “un vero e proprio obbrobrio per il territorio, perché avrebbe comportato una cementificazione selvaggia sconvolgendo l’assetto urbanistico e, di conseguenza, l’ambiente circostante. “Un progetto- sottolinea il sindaco Peraino che non perseguiva gli interessi economici generali di una collettività ma esclusivamente quelli dei privati”. Nel dicembre di due anni fa la Società Marina Bay S.r.L. aveva presentato all’Assessorato Regionale Territorio ed Ambiente richiesta di concessione demaniale marittima, per la durata di 48 anni, per il completamento, realizzazione e gestione di una struttura portuale turistica a San Vito Lo Capo per un totale di circa 115 mila metri quadrati. “La mia amministrazione- sottolinea il sindaco Peraino – non ha preso soltanto una posizione politica netta, dichiarando esplicitamente, in sede di incontri con la società, il non interesse alle realizzazione delle opere proposte da Marina Bay, ma ha attivato tutte le procedure necessarie per tutelare il territorio e i cittadini di San Vito Lo Capo”. Intanto la società ha chiesto di spostare la data della conferenza di servizi, prevista per il 14 agosto, per avere il tempo di redigere la bozza di masterlplan. La richiesta è stata accolta dall’amministrazione comunale, che si confronterà con i sanvitesi per attuare il progetto che non stravolga il territorio ma che porti benefici.