Reparto di psichiatria resta ad Alcamo. In una tenda allestita “area grigia” per casi sospetti

Il reparto di psichiatria è rimasto in funzione all’ospedale di Alcamo e non è stato trasferito, nemmeno temporaneamente. L‘idea iniziale era quella di utilizzare proprio quei locali come ‘zona grigia’, un luogo dove fare momentaneamente attendere il risultato del tampone ai pazienti sospetti di covid. L’ASP avrebbe voluto trasferire la psichiatria a Mazara del Vallo soltanto per due mesi, in attesa che finisse l’emergenza coronavirus. Le proteste degli operatori e l’intervento di alcuni politici ha fermato l’iniziativa.

I vertici della sanità trapanese sono però dovuti intervenire diversamente e da alcuni giorni, in un area che sorge al fianco del parcheggio dell’ospedale San Vito e Santo Spirito, in una zona in cui non è previsto afflusso di gente, è stata innalzata una tenda che funzionerà da zona grigia per i pazienti ritenuti sospetti di coronavirus. Insomma, per intenderci, coloro che accusano soltanto alcuni sintomi. In questa nuova sede gli utenti rimarranno in attesa del risultato dei tamponi.

Era stato l’assessore regionale alla salute, Ruggero Razza, a recepire le preoccupazioni sollevate in aula all’ARS dalla deputata Valentina Palmeri ed a stoppare quindi il trasferimento della psichiatria. Qualcuno aveva poi parlato di scongiurata soppressione ma di soppressione non si era mai trattato bensì di trasferimento temporaneo durante questa emergenza.

Il covid-19, ad Alcamo è scomparso e così anche in tutta
la provincia ma le autorità sanitarie devono sempre essere
pronte ad eventuali situazioni critiche. Ecco perché, all’ospedale
di Alcamo, è stata allestita questa tenda da utilizzare come area
grigia e alla quale si accede da un percorso separato dagli altri accessi. Nella speranza che non ci sia quella temuta recrudescenza
dell’epidemia.