Rapinò ufficio postale, arrestato

    0
    343

    Ha finalmente un nome uno dei due uomini che l’11 ottobre del 2011 misero a segno, una rapina a mano armata ai danni dell’ufficio postale di Gibellina, portando via tremila euro in contanti: si tratta di Salvatore Machì, palermitano di 34 anni.

    All’apertura mattutina, due malviventi, armati di pistola, fecero irruzione all’interno dell’ufficio postale e, minacciandoli, avevano costretto gli impiegati ad aprire la cassaforte ed il postamat, per poi dileguarsi per le vie limitrofe.

    Le indagini condotte dai Carabinieri della Stazione di Gibellina, hanno consentito di risalire all’identità del rapinatore, che  è stato arrestato la notte scorsa ad Altarello di Baida (PA).  Nell’esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Marsala, i militari della Stazione di Gibellina, dopo le formalità di rito, hanno sottoposto l’uomo al regime degli arresti domiciliari. Machì dovrà adesso rispondere davanti all’Autorità Giudiziaria di rapina aggravata in concorso e di porto e detenzione abusiva di arma da fuoco.

    I Carabinieri nel frattempo sono sulle tracce del complice e di un eventuale terzo uomo, il cosiddetto “palo”.