Rapina a gioelleria, colti sul fatto

Colti sul fatto mentre assaltavano una gioielleria in pieno centro abitato a Terrasini. Si tratta di due pluripregiudicati: Antonino Steri, 26 anni nato a Carini, ma domiciliato a Terrasini, Marco Corona, 22 anni di Palermo; e un incensurato Daniele Steri, 23 anni di Carini, tutti ritenuti responsabili del reato di rapina aggravata in concorso.

Mercoledì pomeriggio, intorno alle 18:30 i Carabinieri, allertati dalla telefonata di un cittadino sul 112, che riferiva di una rapina in corso presso una gioielleria in via Roma, incrocio Corso Vittorio Emanuele III, sono subito intervenuti sul posto.

Dalla vetrata della gioielleria si potevano scorgere chiaramente i tre rapinatori, uno dei quali, a volto scoperto, era intento a prelevare i gioielli riposti sugli scaffali e le vetrine, mentre gli altri due avevano il volto travisato. Mentre uno di questi ultimi bloccava a terra il gestore della gioielleria, premendogli con forza il ginocchio sul viso, l’altro, accortosi dei militari, ha tentato di nascondersi dietro il bancone del locale.

Sopraggiunte altre pattuglie per circondare in sicurezza tutta l’area e bloccare ogni via di fuga ai rapinatori, i Carabinieri hanno deciso di fare irruzione all’interno della gioielleria, intimando ai tre di arrendersi.

Tutti e tre i giovani sono stati, quindi,  bloccati, perquisiti ed ammanettati, per essere condotti in Caserma.

Addosso ai tre a sono stati rinvenuti: un taglia balsa, che è stato sequestrato; e 1058 euro in contanti, che, essendo frutto della rapina, sono stati e restituiti al legittimo proprietario.

La vittima dell’aggressione, accusando un forte dolore al volto, è stato soccorso da un medico del 118, che lo ha giudicato guaribile in 15 giorni.

I tre rapinatori, sono stati, pertanto, dichiarati in arresto poiché responsabile del reato di rapina aggravata in concorso.

Il Sostituto Procuratore di turno presso il Tribunale di Palermo, Maligno, che ha coordinato le indagini, ha disposto la custodia dei tre rapinatori, in attesa della celebrazione del rito per direttissimo.