Raffica di intimidazione nel palermitano

Una testa di capretto è stata ritrovata all’interno di un mezzo della ditta che sta realizzando i lavori di costruzione di un parcheggio in via Falcone-Borsellino a Montelepre. Ad indagare i carabinieri della locale stazione che al momento non tralasciano alcuna ipotesi. Un episodio che avviene a distanza di 24 ore dall’incendio doloso ad un escavatore di una ditta di Cinisi. Sempre nella notte si è verificato un doppio attentato incendiario a Partinico. Ad andare a fuoco le auto di due coniugi posteggiate in via Domenico Arato, alla periferia del paese. In fiamme una Fiat Punto di proprietà di un muratore di 57 anni, e una Grande Punto di proprietà della moglie, una casalinga di 43 anni. Entrambi risultano incensurati. L’allarme è scattato intorno alle 3,30: nonostante l’arrivo tempestivo dei vigili del fuoco i mezzi sono andati completamente distrutti. Indagano i carabinieri