Raccolta differenziata. Tanti comuni premiati per il 2019. Fuori Alcamo, Castellammare e Trapani

Cinque milioni di euro dal governo Musumeci per i comuni siciliani virtuosi, nel 2019, in tema di rifiuti solidi urbani. In provincia di Trapani quasi tutti, 17 su 24. Fra gli esclusi, oltre al capoluogo, anche Castellammare del Golfo, cittadina in cui la differenziata sta muovendo da alcuni mesi i primi passi ma sta già decollando, ed Alcamo, comune che invece, nel giro di pochi anni, è precipitato nella classifica della differenziazione.

Ieri è stato pubblicato sul sito della Regione il decreto inter-assessoriale, firmato da Gaetano Armao e Marco Zambuto , che assegna un contributo agli enti locali che nel corso del 2019 hanno superato il 65 per cento della raccolta differenziata. A beneficiarne sono 134 Comuni di nove province dell’Isola, il cui elenco predisposto dal dipartimento dell’Acqua e dei rifiuti è stato convalidato dall’Arpa Sicilia. “Cresce di anno in anno – ha evidenziato l’assessore Zambuto – il numero dei Comuni ‘ricicloni’. Nel 2018 erano 79 e l’anno precedente appena 31. Un aumento che conferma una sempre maggiore sensibilità ambientale da parte dei siciliani, – ha concluso l’assessore regionale – oltre all’impegno quotidiano dei sindaci”. 

Il finanziamento si avvale di una quota fissa di 18.656 euro e una variabile in base alla popolazione. Nell’agrigentino hanno indossato la maglia di virtuosi, fra gli altri, Menfi che si aggiudica 50.500 euro, Montevago 26.000 e Santa Margherita di Belice 35.000. Nel palermitano i contributi per la differenziata del 2019 sono arrivati anche Balestrate 34.700 euro, Trappeto 27.000, Cinisi 48.756, Camporeale 27.300, Corleone 47.000, Montelepre 34.000, San Cipirello 32.400, San Giuseppe Jato 40.000. Nel trapanese le somme assegnate dalla Regione ai 17 comuni virtuosi vanno dai 26.300 euro di Buseto-Palizzolo ai 219.000 di Marsala passando da Calatafimi, Custonaci, Favignana, Gibellina, Marsala, Mazara del Vallo, Paceco, Pantelleria, Partanna, Petrosino, Poggioreale, Salaparuta, Salemi, San Vito Lo Capo, Valderice e Vita. Maglie nere, oltre ad Alcamo, Castellammare e Trapani, anche a Santa Ninfa, Erice, Campobello e Castelvetrano.