Progetti estivi negli istituti siciliani. Per il trapanese stanziati 318 mila euro

Dalla Regione Sicilia ulteriori finanziamenti per i progetti estivi nelle scuole siciliane. Per le scuole del trapanese predisposti 318 mila euro, 497 mila invece a Palermo.  Il finanziamento  serviranno per promuovere i progetti estivi di contrasto alla povertà e all’emergenza educativa, soddisfacendo in questo modo tutta la platea delle scuole che potranno aprire cancelli e giardini agli studenti di ogni età.

Sono circa 300, nelle nove province dell’isola, gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, inseriti nella graduatoria stilata dal ministero dell’Istruzione, per l’accesso ai contributi del Piano Scuola Estate. Fra questi, 63 istituti saranno finanziati grazie all’ulteriore somma stanziata dall’assessorato regionale dell’Istruzione e della Formazione professionale che consentirà a tutte le scuole siciliane presenti in graduatoria di svolgere attività didattiche supplementari nel periodo estivo e fino al 31 dicembre di quest’anno. Gli obiettivi delle attività previste sono il potenziamento delle competenze di base e degli apprendimenti non conseguiti durante la pandemia, con particolare riferimento alle competenze scientifiche, professionali, tecniche e linguistiche.

È prevista anche la possibilità di migliorare la socialità e l’esperienza cognitiva con attività ludico-ricreative, sportive e motorie, corsi e visite culturali per valorizzare la conoscenza del territorio e lo sviluppo delle conoscenze digitali. Previsti anche il supporto psicologico e l’attività laboratoriale per studenti con bisogni educativi speciali. Un’attenzione particolare, nella scelta dei progetti da finanziare, è stata data alle scuole con alto tasso di dispersione scolastica e con utenti in situazione di svantaggio socio-economico-culturale, puntando anche al coinvolgimento di enti del terzo settore e imprese sociali.