Processo ‘Palude’, non luogo a procedere anche per l’architetto Mulè

Sono quattro i “non luogo a procedere” nell’ambito del processo ‘Palude’ fra coloro che hanno scelto il rito ordinario. Per un mero errore è stato dimenticato, nell’articolo del 13 luglio scorso, l’architetto castellammarese, Giuseppe Mulè. Il professionista è stato quindi scagionato ed esce di scena assieme all’avvocato Giovanni Lentini, all’ex tecnico del comune di Alcamo, Andrea Pirrone, e al castellammarese Felice Scaraglino.

Ci scusiamo per la dimenticanza con l’interessato che non è stato quindi rinviato a giudizio per alcun reato. Precisazione e rettifica, come dovuto deontologicamente, sono state effettuate nel rispetto dell’articolo 8 della legge sulla stampa, la 47 del 1948.