Pronto soccorso, farmacie possono evitare numerosi accessi

La farmacia come filtro per non andare al pronto soccorso: questo lo spirito della legge ministeriale che iha istituito  la “farmacia dei servizi” con l’obiettivo di snellire  le lunghe file di attesa nei pronto soccorsi di tutti i pazienti in codice bianco costretti a fare ore d’attesa per casi, anche di banale febbre, che potrebbero essere invece trattati meglio e rapidamente da una medicina territoriale.

“L’assistenza più vicina a casa – dichiara Paolo Levantino, presidente dell’Agifar Palermo – può essere migliorata fornendo servizi diagnostici utilizzando i test ‘Poc” che riducono i ritardi causati dall’invio di campioni ai laboratori e la necessità di ripetere visite o rinvii una volta che i risultati sono disponibili”.