Preghiera, al mattino per i defunti con Fragnelli. In serata il Papa concederà indulgenza plenaria

Duplice e forte appuntamento domani per tutti i fedeli della provincia di Trapani. Anche la Chiesa, in questo momento di emergenza sanitaria, tiene sempre viva la battaglia al virus con quelle che sono le sue uniche armi: solidarietà, riflessioni e preghiere. I due appuntamenti, uno al mattino e l’altro nel tardo pomeriggio, vedranno protagonisti il vescovo di Trapani, Pietro Maria Fragnelli, e il Santo Padre, Papa Francesco.

A mezzogiorno il capo della Chiesa trapanese si recherà in visita al cimitero del capoluogo per raccogliersi in preghiera e affidare alla misericordia di Dio coloro che sono morti  a causa del COVID-19 ma anche tutti i defunti della diocesi e i loro familiari che in questi giorni non hanno avuto il conforto dei parenti e la possibilità di celebrare i funerali. Monsignor Fragnelli, a nome di tutta la comunità, affiderà i defunti alla misericordia del Padre pregando in maniera particolare per tutte le vittime della pandemia, “perché il Signore doni la sua consolazione a chi è nel dolore”. Ci si potrà unire alla preghiera attraverso facebook, alle ore 12, in diretta sulla pagina della Diocesi di Trapani.

In serata, alle ore 18.00, Papa Francesco esporrà da piazza San Pietro, completamente vuota, il Santissimo Sacramento per pregare, tutti assieme, tramite i vari canali media e social.  Al termine del momento di riflessione, il Santo Padre impartirà la benedizione “Urbi et Orbi” alla quale sarà anche annessa l’indulgenza plenaria. Un fatto epocale e cruciale per tutti i credenti, la forza della preghiera per fermare l’avanzata del terribile coronavirus.