Picchia i familiari. Arrestato un alcamese

    I Carabinieri di Alcamo hanno tratto in arresto per i reati di Lesioni Personali e Maltrattamenti in Famiglia il pregiudicato Alcamese Salvatore Falsone, classe 1977.

    La scorsa settimana, una signora Alcamese si è presentata presso la caserma in compagnia di uno dei figli minorenni, entrambi in lacrime. La donna riferiva al militare in servizio che erano stati, per l’ennesima volta, picchiati dal coniuge Falsone. I militari dell’Arma accompagnavano la Signora ed il bambino presso il locale Pronto Soccorso. Dopo le prime visite, venivano giudicati, entrambi guaribili in 7 giorni. Successivamente, si dava inizio alle ricerche del coniuge che veniva rintracciato alcuni minuti dopo e veniva accompagnato presso la caserma per gli accertamenti del caso. Solo dopo, si veniva a conoscenza che tali vessazioni continuavano già da diversi anni e che già nel 2009, FALSONE era già stato tratto in arresto per le stesse motivazioni. Dopo aver interrogato tutte le persone presenti e dopo aver riscontrato le dichiarazioni rese dalla denunciante, si procedeva all’arresto dell’uomo per i reati di Lesioni personali e Maltrattamenti in famiglia. Quest’ultimo, dopo le formalità di rito, su precisa disposizione del Magistrato di turno veniva associato presso la casa circondariale di Trapani e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Successivamente, il Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Trapani, durante l’interrogatorio di garanzia, convalidava l’arresto poiché eseguito nei termini e con i presupposti di Legge ed emetteva, sempre nei confronti di Salvatore Falsone, la più grave misura dell’Ordinanza di applicazione della misura cautelare della custodia in carcere e quindi veniva effettivamente ritenuta pericolosa la sua condotta criminis tenuta all’interno del suo nucleo familiare.